giovedì 18 luglio 2019

Festa della Madonna del Carmine

Anche quest’anno la festa della Madonna del Carmine ha riunito la famiglia carmelitana e i suoi amici.

A S. Isidoro, la Novena con il canto delle litanie, accompagnato in musica da P. Giorgio Sani, ci ha permesso di farci via via più vicini, di contemplare e gioire di Maria Fiore del Carmelo, di rassicurarci dell’appartenenza a quello stesso giardino.

La celebrazione della Messa della Vigilia officiata da P. Massimiliano Paolucci ocd, ha visto la partecipazione di numerosi amici del Carmelo che hanno poi accompagnato Maria in processione per le strade campestri del villaggio. Innalzata su un carro tirato da una coppia di possenti buoi, l’effigie della Madonna, seguita dai fedeli, richiamava efficacemente la nostra realtà esistenziale: siamo figli e fratelli in cammino, Lei cammina con noi per consegnarci al Figlio suo, all’Amore perché possiamo vivere in pienezza la nostra umanità.
Al rientro della processione nella piazza antistante la chiesa, l’offerta di fiori da parte di mamme e bambini ha accolto la Madonna e lo scoppio di fuochi d’artificio, sobrii ma belli come tutto il resto, ha suggellato la gioia della giornata, l’attesa del compimento che la vigilia porta con sé.
Don Davide Piras, giovane sacerdote amico carissimo dei nostri Padri, ha celebrato la santa messa del giorno di festa annunciando a gran voce nell’omelia la sua passione per Maria Madre e Regina.
Al Monastero Nazareth del Verbo Incarnato, le monache carmelitane scalze hanno fatto festa con la solenne liturgia eucaristica celebrata dall’Arcivescovo Mons. Arrigo Miglio. A tutte le celebrazioni hanno partecipato i nostri P. Giorgio, P. Francesco e P. Gabriele ai quali va tutta la nostra gratitudine per il prezioso servizio svolto.
Alla nostra Madre e Regina un grazie sconfinato per averci riuniti ancora una volta in un luogo, il convento carmelitano, il nostro piccolo giardino dove si può crescere, fiorire e portare frutto.
Perché Madre, Tu lo sai!
C’è bisogno di un posto
Di un momento nella storia
In cui possa aver luogo un Incontro
E pure di fratelli c’è bisogno, di padri che ci guardino con occhi di misericordia
Perché noi siamo ancora di terra, Madre cara, e la terra ha bisogno di cura per dare frutto.
Nelle Tue mani le nostre attese.
M.P., ocds


mercoledì 26 giugno 2019

Corpus Domini - Quarta edizione dell'infiorata

Domenica 23 giugno


"Voi stessi date loro da mangiare" (Luca 9, 13)
Le mamme di S.Isidoro hanno ascoltato seriamente questa parola di Gesù. Attraverso l'infiorata vogliono portare un messaggio di salvezza al piccolo borgo di periferia dove vivono. Nelle meravigliose composizioni si evidenzia la presenza viva di Gesù nell'Eucaristia in corpo e in sangue. 
Un lavoro smisurato ma con la buona volontà e la fiducia in Dio, Gesù moltiplica le forze e rende possibile l'impossibile. 
Anche quest'anno, si è rinnovata l'edizione dell'infiorata grazie ad uno spirito di sacrificio e al contributo prezioso di chi ha elaborato i disegni e di tanti ragazzi che si sono dedicati ogni giorno, nonostante il caldo e la fatica, a raccogliere i fiori per la campagna e in vari giardini di persone generose che hanno aperto la propria casa.
Dopo la S. Messa, nella Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, concelebrata da P. Gabriele, P. Francesco e P. Roberto, si è svolta per le vie di Sant'Isidoro la processione del Corpus Domini animata da canti. Si sono effettuate diverse soste in preghiera e in adorazione presso diversi altari addobbati in giardini privati.
Al termine della processione, il sacerdote ha impartito la benedizione solenne e un forte vento ha rinfrescato l'assemblea dal caldo estivo portando via tutti i petali!
Attrus'annus con l'invito a tutti a partecipare.






Video realizzato da Elisabetta

mercoledì 19 giugno 2019

Chiusura anno catechistico e Istituzione Ministri straordinari dell'Eucaristia

sabato 15 giugno 2019

L'anno catechistico si è concluso insieme ai bambini, ai ragazzi del Catechismo e alle famiglie. Durante la celebrazione della S. Messa, si è eseguito anche il Rito dell'Istituzione per conferire a Massimo e Bernardo l'ufficio di ministri straordinari dell'Eucaristia che li vede impegnati al servizio della Comunità e della Chiesa. Siamo quindi arricchiti anche da questo dono e desideriamo esprimere la nostra gratitudine.
La Comunità ringrazia inoltre tutti i catechisti Renata, Mersia, Massimo, Bernardo, Elisabetta  e Marco; il coro delle mamme diretto da Serena e infine, Padre Gabriele, preziosa guida pastorale, insieme a Padre Francesco e Padre Giorgio.


Dopo la santa messa, nel quieto giardino del Convento, si è trascorso un momento di festa anche in onore dei ragazzi di prima comunione e cresima. Con ampia partecipazione, la serata si è trascorsa nella gioia e condivisione fraterna con l'aggiunta dell'offerta graditissima dei ragazzi scaut: un bel "paninone" con arrosto di salsiccia e cipolla!

CARM-ESTATE 2019

Estate 2019: calendario